Secondo Kandisnsky,tra opera d'arte,e spiritualità,c'era un nesso strettissimo.
Infatti tramite le sue opere,lui attribbuiva il colore,che potesse dare allo spettatore due tipi di effetti:l'effetto fisico,basato su sensazioni momentanee,e l'effetto psichico,in quanto il colore,riesce a raggiungere l'anima.Utilizzò una metafora musicale:Seppur un pittore della corrente astrattistica,lui riusciva a dare in tutto quel che componeva,
una forma materiale e comprensibile,anche impercettibilmente,anche attreverso l'animo..con quella sua particolarità,nell'associare i colori,e darne un senso,dare un senso anche in ogni linea tracciata.Forse anche io sono un pò come il "Fiume d'autunno"
tutti i colori combinati insieme,per rappresentare il tutto e il niente..A volte dò così tanto,e cosi tanto poco altre..
Non si è più disposti ad ascoltare,a dare torto o ragione,a consolare,a rispettare,a perdonare. Si è disposti solo a ferire ed essere feriti. Resta solo una grande taglio senza ago e filo.

martedì 4 agosto 2009

Piccolina




Piccolina e fiduciosa,nel suo palazzo tutta timorosa,sussurava alla badante,quanto ammaliante fosse quell'istante.

Piccolina e agitata,con il cuore in mano e tutta sudata,aspettava piano piano,quell'amore tanto profano.

Piccolina e contenta,osservava da dietro la tenda,quanto fosse ecclatante,il suo regno protestante.

Piccolina e delusa,nelle segrete si è rinchiusa,coll'animo trafitto,che sembra ormai un relitto,ingeriva la saliva,senza più forza di affrontare una vita.

Sali ancora, sali le scale, e stai attenta a non inciampare,piccolina e straziata,non sarai più tanto amata.
I tuoi peccati li hai compiuti,con motivi sconosciuti,certi gesti tu li hai fatti,e non cascherai più a ricatti.

Sali ancora sali le scale,e vedrai il tuo mondo sfumare,come la scia del tuo abito azzurro,tutto il resto è un pò fasullo.
Non piangere,non star male,perchè tutto potrà cambiare.
Non c'è meglio del perdonare,e magari anche di amare.

[Photo by Tim Walker]

3 commenti:

  1. Piccola si. Piccola di forma,dalla grazia infinita,ma ardua e possente questa poverina che è stata spiattellata faccia a faccia con la realtà. Che mondo subdolo,e pieno gi gentaglia stolta,che sa solo animare uno spettacolo morto e sepolto. E lei? Cosa ne sarà di lei?
    Lei che corre,si rifugia,fra quegli istanti che porta dentro,come oro,come ricchezza e vita.
    Lei che adesso attende il suo momento,il suo riscatto,lei che attende il suo perdono,che poi da perdonare non c’è proprio nulla.

    Oh mia cara,che belle parole.
    Ti voglio bene.

    RispondiElimina